MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Gaffe all’Eredità su Cavour, incredibile errore nella domanda

237

Gaffe su Camillo Benso conte di Cavour durante il quiz L’Eredità su Rai 1. In una domanda del programma condotto da Flavio Insinna si chiedeva al concorrente di rispondere su alcune frasi pronunciate da Cavour nel 1869, commettendo però un errore temporale: il politico, infatti, risulta morto a Torino otto anni prima di quella data, ossia il 6 giugno 1861.

“Nel 1869, con quale frase Cavour avvertì l’ambasciatore piemontese che Garibaldi era entrato a Napoli?”, era il testo della domanda. A sottolineare la disattenzione sono stati gli spettatori de L’Eredità attraverso i social.

Secondo i libri di storia, Camillo Benso conte di Cavour, mandò un telegramma all’ambasciatore piemontese in Francia il 7 settembre 1860, annunciando l’arrivo di Giuseppe Garibaldi a Napoli con scritto “I maccheroni sono cotti, e noi li mangeremo”.

«Grande cultura all’Eredità su Raiuno. La sera di Natale fanno domande sulle frasi di Cavour “nel 1869”. Quando Cavour era morto da otto anni. Un altro bel colpo piazzato dal direttore Coletta. La Rai, la principale azienda culturale italiana. In mano agli ignoranti. Una perfetta fotografia del Paese», sottolinea in un post tra il polemico e l’ironico Mario Adinolfi, giornalista, fondatore del Popolo della Famiglia e scrittore, su facebook.