MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Il Comune di Cervo adotta un cervo

295

Il Comune di Cervo ha adottato un cervo (animale che tra l’altro compare nello stemma dell’ente) appartenente a un agriturismo di Dolceacqua, chiuso di recente.
Lo annuncia il sindaco del piccolo centro balneare della provincia di Imperia, Lina Cha, specificando che l’animale troverà casa in un terreno di circa mille metri quadrati, attiguo al parco comunale del Ciapà, offerto in comodato d’uso da una residente.

“Stiamo ultimando le pratiche autorizzative – spiega il primo cittadino – e per aprile, quando l’animale perderà il palco delle corna, lo trasferiremo nella sua nuova casa. Prendiamo questo animale in primis per salvargli la vita, poi perché secondo quanto narra la leggenda il territorio del nostro paese in passato era abitato proprio dai cervi”. L’idea di adottare il cervo, un esemplare di circa quattro anni e del peso di un paio di quintali, attualmente accudito da un privato, è stata del presidente del Consiglio comunale, Selina Ramondo. “Ci siamo subito attivati – prosegue il sindaco – incontrando il colonnello dei carabinieri forestali per verificare se ci fossero le condizioni per ospitarlo. Naturalmente, realizzeremo un abbeveratoio e un capanno di protezione e tutte quelle strutture necessarie per la sua tutela”. Il nome? “Lo faremo decidere agli alunni delle scuole, con i quali potremo organizzare visite guidate”. (ANSA).

Secondo alcune fonti storiche locali il toponimo Cervo deriverebbe dalla parola latina Servo, ossia “offrire servizi”, già presente su alcune insegne o tavole risalenti all’Impero romano. L’attuale denominazione si ebbe nel tardo Cinquecento con il passaggio dalla lingua latina al volgare.