MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Meteo: Irrompe il freddo polare, previsioni della settimana

809

Mezza Italia si è risvegliata con il gelo, a causa di correnti fredde di origine polare, ma nel contempo ci troviamo sempre più avvolti in un rinnovato anticiclone. La domanda ora è questa: durerà? Scopriamolo vedendo più nel dettaglio cosa ci riservano le previsioni per questa nuova settimanaDopo un lunedì trascorso all’insegna di un tempo più stabile ma molto rigido al Nord e ancora incerto al Centro-Sud, da martedì 12 la pressione aumenterà ulteriormente su tutto il Paese, nonostante la precedente circolazione ciclonica in fase di allontanamento, provocherà ancora un contesto di tempo lievemente instabile al Sud (rischio di temporali in particolare su Sicilia e Calabria). Le cose andranno decisamente meglio al Centro-Nord, dove tuttavia ci attendiamo un clima sempre molto freddo e a tratti gelido durante la notte e nella prima parte del mattino, con temperature diffusamente sotto lo zero e con conseguenti estese gelate. Tra mercoledì 13 e giovedì 14 i venti continueranno a rimanere orientati dai quadranti settentrionali e il rinnovato freddo anticiclone abbraccerà un po’ tutta l’Italia, regalando un’atmosfera più stabile, salvo per qualche residuo ed ostinato disturbo sulle estreme regioni del Sud, specialmente tra la Sicilia e la Calabria dove ci attendiamo ancora deboli fenomeni sparsi, localmente nevosi sui rilievi anche a bassa quota. Nonostante una timida ripresa delle temperature, continueremo comunque ad avere un clima piuttosto freddo durante la notte al Nord e nelle vallate più interne del Centro. Ma questo contesto climatico prettamente invernale sarà solo l’antipasto a quanto accadrà da venerdì 15 e soprattutto nel corso del prossimo weekend quando gelidi venti provenienti direttamente dalle steppe russe colpiranno gran parte del nostro Paese riportando con tutta probabilità le temperature sotto media. L’alta pressione potrebbe inoltre venire trafitta da questa nuova situazione e ritirarsi dall’Italia, favorendo un tempo più instabile. (ilmeteo.it)