MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Capitale della cultura: per Taranto è la terza bocciatura

897

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha annunciato che sarà l’isola di Procida la Capitale italiana della cultura per il 2020.

“Il progetto culturale presenta elementi di attrattività e qualità di livello eccellente – si legge nelle motivazioni della giuria che premia il borgo campano -. Il contesto di sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato, la dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria, la dimensione laboratoriale, che comprende aspetti sociali e di diffusione tecnologica è dedicata alle isole tirreniche, ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee. Il progetto potrebbe determinare, grazie alla combinazione di questi fattori, un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del paese. Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura, che dalla piccola realtà dell’isola si estende come un augurio per tutti noi, al paese, nei mesi che ci attendono . La capitale italiana della cultura 2022 è Procida”.

Per la città di Taranto è già la terza bocciatura da quando è nata questa iniziativa nel 2014 per opera del ministro Dario Franceschini. Avviata nel 2015, la città ionica arriva nel gruppo delle dieci finaliste nel biennio 2016-17, ma a spuntarla furono rispettivamente Mantova e Pistoia. Del gruppo facevano parte Aquileia, Como, Ercolano, Parma (poi vincitrice), Pisa, Spoleto e Terni. Stessa sorte quest’anno, allorquando a spuntarla è stata Procida a discapito di Taranto, appunto, Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Trapani, Verbania, Volterra.

Questo dimostra che il potere delle idee è in grado di plasmare il capitale intellettuale ed economico disponibile per coloro che sono impegnati e fa sì che piccoli centri possono avere la meglio su cittadine più rinomate come Taranto o Bari.