MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Supercoppa: 2-0 al Napoli, vince la Juventus

86

La Juventus ha vinto la Supercoppa italiana battendo 2-0 il Napoli al Mapei Stadium di Reggio Emilia. A regalare il nono trofeo ai bianconeri sono stati Cristiano Ronaldo, in gol al 19′ della ripresa, e Morata al 49′ Al 35′, Insigne ha sbagliato un rigore concesso al var per un fallo di McKennie su Mertens. Andrea Agnelli: “Sono 10 anni di fila che vinciamo un trofeo, ma il più bello sarà sempre il prossimo”. Rino GattusoSbagliare un rigore ci sta in una finale, conta un po’ la sfortuna. Lorenzo non deve avere rammarico, se abbiano perso è colpa di tutti e non certo per quell’episodio. Non posso rimproverare nulla ai miei giocatori, la partita è stata molto tattica, ben giocata da entrambe le squadre e decisa da episodi. Dobbiamo rialzare la testa e guardare avanti. Non ricordo azioni pericolose da parte della Juve, potevamo fare meglio in occasione del loro gol, ma la squadra è forte, è viva. Comunque giocavamo sempre contro la Juventus, che ha tanti campioni”. Andrea Pirlo: “C’è grande gioia, è qualcosa di diverso alzare il primo trofeo da allenatore, farlo in una società storica è ancora più bello. Nelle finali è difficile giocare bene, l’importante è vincere: se vai in campo con questa determinazione può girarti bene. Mi dispiace per Gattuso, ma mi porto a casa la vittoria. Volevamo dimostrare che non siamo quelli visti contro l’Inter, ci voleva una partita di squadra e di sacrificio. Cuadrado? Pensavo durasse meno, invece ha tirato fino al 95′. Arthur? Ha avuto un po’ di ambientamento, quando ha iniziato ha subito un infortunio, adesso sta bene e questa sera ha dimostrato il proprio valore. E’ un giocatore importante, che ci dà qualità Ce lo teniamo stretto. Cerchiamo di portare avanti questo progetto, il gruppo mi segue, purtroppo ogni domenica ci mancano dei giocatori. Domenica non meritavamo tutte quelle critiche, ma adesso ci siamo rifatti”.