MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Ha una malattia rara: legge un articolo sul web e scopre come guarire

1.438

L’osteogenesi imperfetta è una malattia rara conosciuta come ‘la malattie delle ossa fragili’ perché è  caratterizzata da una riduzione della resistenza delle ossa causata da una alterazione del tessuto connettivo, che le rende più suscettibili alle fratture. Rosaria Carparelli è una 51enne originaria di Taranto che vive a Villapiana, in provincia di Cosenza, e con questa malattia ci convive dalla nascita. Un giorno ha cercato notizie su internet e si è imbattuta in un articolo di un giornale on-line di Perugia che parla di una ragazza affetta da analoga patologia, guarita grazie a un intervento chirurgico effettuato da uno Specialista il cui nome è indicato nell’articolo. La signora Rosaria e suo marito Massimo non ci pensano due volte e contattano il medico che, avute le informazioni sul quadro sanitario della signora, fissa subito un appuntamento per una visita più accurata. Lo specialista in Ortopedia e Chirurgia ossea mini-invasiva è il dr Antonello Maria Panti che opera oltre che a Perugia, anche a Rimini, a Forlì e in altre città del Nord. Una volta effettuate tutte le analisi e gli esami radiologici necessari, viene programmato l’intervento per il 4 dicembre scorso presso la Casa di Cura “Villa Maria” di Rimini dove il dr. Panti con la sua èquipe effettua prima un intervento per la rimozione di una placca al femore provocata da una precedente frattura e poi l’intervento risolutivo al ginocchio destro con l’impianto di una particolare protesi che risolve il deficit che impediva alla signora Rosaria di camminare. «Quasi non mi sembra vero, – dice la signora Rosaria a sibarinet.it – ora cammino e non finirò mai di ringraziare il dr. Panti. Vorrei rivolgermi alla vostra testata, – aggiunge la signora Rosaria – con la speranza che come è capitato a me possa capitare anche ad altri che soffrono per una malattia, di poter apprendere, anche dal web, che una soluzione è possibile a patto di non perdere mai la speranza ma di lottare sempre e di non arrendersi mai».