MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

Rubata auto usata per il trasporto di bimba disabile

187

“METTETEVI UNA MANO SULLA COSCIENZA E RESTITUITE L’AUTO A FRANCESCA”. È l’appello del sindaco di Casamassima, Giuseppe Nitti, riferendosi al furto del Nissan Qashqai di famiglia, l’unico mezzo con cui una bambina di 3 anni e mezzo può spostarsi per la fisioterapia in Puglia e per i viaggi a Roma e Firenze per le cure.

“Ho visto tanta disperazione negli occhi di mamma Camilla – prosegue il primo cittadino -. Tanta delusione. Enorme sconforto.

Perché scendere in strada e accorgersi che la propria auto – utilizzata dalla piccola Francesca, bimba disabile, per recarsi in ospedale a Roma e Firenze – è stata rubata, lascia davvero tanta amarezza.

Non lo nascondo: mi vergogno!

Perché vedere che sul nostro territorio accadono cose del genere non può provocare un sentimento diverso. A questa famiglia va la solidarietà mia personale e di tutta la comunità casamassimese.

A coloro che hanno commesso il furto lancio un appello: mettetevi una mano sulla coscienza e restituite l’auto a Francesca. Ognuno di noi ha un cuore: ascoltatelo!

P. S.: in caso di mancata restituzione lanceremo una raccolta fondi popolare per contribuire all’acquisto di un’auto per la piccola Francesca”.

“Francesca soffre di una malattia rara – spiega la mamma Camilla – la siringomielia, che le fu diagnosticata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze poco dopo aver compiuto un anno. Ci sono 8 casi di questa patologia ogni 100mila persone”.  Con il peggiorare della malattia – un’affezione cronica del midollo spinale caratterizzata dall’infiltrazione del fluido cerebro-spinale – la piccola aveva avuto sempre più problemi a camminare normalmente, tanto da aver bisogno di speciali tutori che la famiglia ha ottenuto nella Capitale”.