MondoNotizie
Notizie dal Mondo e dall'Italia - 24H

La mafia non ama le sirene e le luci delle ambulanze perché disturbano gli spacciatori

594

La mafia italiana ha ordinato ai conducenti di ambulanze di Napoli di smettere di usare le sirene e le luci lampeggianti perché confondono gli spacciatori. In un episodio riportato sabato, due membri di una banda hanno fermato un’ambulanza e hanno minacciato di uccidere l’autista per aver acceso la sirena mentre si recava in un’emergenza nella città meridionale. Si dice che i clan locali non amino le sirene a tutto volume e le luci delle ambulanze poiché possono disturbare gli spacciatori che li scambiano per l’arrivo di auto della polizia, interrompendo i loro affari e spaventando i clienti.
Gli autisti delle ambulanze a Napoli ora chiedono la protezione della polizia dalle molestie della mafia locale. Durante il viaggio verso un’emergenza nel quartiere Spagnolo della città, un operatore sanitario stava guidando un’ambulanza con la sirena accesa quando il veicolo è stato affiancato da due uomini in sella a una grande motocicletta. Hanno picchiato sul finestrino dell’ambulanza e hanno minacciato di uccidere l’autista. ‘Non hai capito che non puoi usare la tua sirena qui? Spegnilo o ti spariamo “, ha avvertito uno degli uomini.
Dopo l’episodio, il medico terrorizzato è stato costretto a chiamare la polizia per scortarlo fuori dal quartiere in sicurezza.
Negli ultimi tre anni, Napoli ha registrato 300 episodi di aggressione nei confronti di medici poiché il servizio di emergenza locale di 17 ambulanze è stato allungato troppo per il milione di residenti.